.
Annunci online

E-le-stelle-stanno-a-guardare
Ricordi, rimorsi, rimpianti... suggestioni, impressioni, riflessioni di una gatta psicopatica.


Diario


14 luglio 2009

LIBERTA'



Sempre dalla parte della libertà;

sempre contro la censura.

 







http://dirittoallarete.ning.com/


http://dirittoallarete.ning.com/profile/ClaudiaBarozzi?xg_source=activity


______________________________________





                                                                         Dal blog di  Blue River


Il DDL Alfano è il classico esempio del lavoro di un governo fascista che emana leggi fasciste, basate sul terrore.
Già la normativa vigente permette tranquillamente di perseguire chi commetta reati a mezzo web -prova ne sia la chiusra operata dalla Polizia postale contro siti criminogeni e criminali- per cui basterebbe applicare quella.

In realtà si gioca con la minaccia, la delazione, lo stato di polizia che entra anche nelle opinioni di quelli che scrivono su un blog: più che la censura in sè, quello che mette paura è il meccanismo di autocensura che viene indotto nelle teste (ancora) pensanti di chi voglia esprimere una propria opinione.
Faccio un esempio per spiegarmi: se io scrivo che le poesie di Bondi hanno effetto lassativo ed al "poeta" stesso viene conferito il premio per l'opera poetica dalla proloco di Roccacannucciadisotto, con il ddl puo' denunciarmi e chiedere risarcimento danni (che mi vedrei costretto a pagare in natura, non essendo abbiente...) oltre ad oscurarmi il sito. Quindi mi vedrei costretto a parlarne bene comunque, magari bruciando i libri di Montale per far spazio alle rime del Bondi stesso. Per questo aderisco alla protesta.

_______________

Temo tuttavia che non basterà

e che ci sarà da guadagnarsela questa libertà,

come se non fosse un diritto.
______________________



30 giugno 2009

Evoluzioni ed involuzioni.



28 giugno 2009

Il malessere giovanile è un fallimento dell’intera società?

                                          

                          


SERAPIDE61
ha scritto:


Il malessere giovanile è un fallimento dell’intera società?

Spesso il sabato sera lo dedichiamo ad una bella rentrée tra vecchi e nuovi amici nostri più o meno coetanei. Tra una chiacchiera e l’altra, ci dilettiamo tra i fornelli improvvisandoci tutti chef di grido, io sono lo specialista dei dolci; l’ultima volta ero indeciso se portare il mio famoso tiramisù o i miei mitici profiteroles, optai per una sacher all’ultimo grido, quando sono indeciso tra due opzioni è facile che ne scelgo una terza, sò strano lo so.

La serata scorreva piacevolmente, quando ad un tratto dissi alla padrona di casa se era il momento di tirare fuori la mia confezione custodita in frigo, la prese e la portò in tavola, quando scartammo l’involucro tutti rimasero sorpresi per la sacher, si aspettavano i soliti dolci ed invece la “terza” soluzione fu ottima, almeno apparentemente, l’avremmo dovuta assaggiare per convincere anche gli altri sensi, oltre alla vista, della bontà del mio operato e venir finalmente consacrato il mastro dei chef della serata.

Al ché il mio amico Gigi disse: “dobbiamo onorare questa magnifica sacher con uno spumantino dei migliori, è il caso di prendere quello imbottigliato da mio suocero proveniente dalla sua vigna di falanghina, è eccezionale, vedrete … “ detto fatto, spuntò dalla cantina con una bottiglia impolverata e con un sorriso stampato sulle labbra, certo della riuscita dello spumante casareccio, “lo facciamo respirare e l’apriamo un po’ prima” cominciò ad armeggiare intorno al collo della bottiglia quando all’improvviso la bottiglia letteralmente esplose andando in frantumi e procurandogli un taglio profondo sul braccio, alla vista del sangue tutti diventammo seri e, accorsogli vicino, mi resi conto della profondità del taglio, con un tovagliolo chiusi la ferita e tamponai il sangue; lo caricai in auto e andammo in ospedale.


                                                    
               

Al pronto soccorso attendevo Gigi nella sala d’attesa e c’era una confusione pazzesca nonostante la tarda ora, un po’ disturbato da quell’atmosfera, sentire lamenti di gente che soffre mi fa star male, uscì fuori e mi avvicinai ad un infermiere che stava fumando una sigaretta, gli chiesi se mi faceva accendere, era una scusa per parlare un po’ (avevo l’accendino in tasca) e gli dissi “il sabato sera si lavora un po’ di più, vero ?” e lui “beh sì, alla fine ci si abitua pure ma ultimamente c’è qualcosa a cui non mi abituerò mai … “ ed io “cosa ?” e lui riprendendo “… arrivano di continuo ragazzini, 13, 14, 15 anni in coma etilico e qualche volta non c’è stato nulla da fare … veder morire ragazzini è atroce, fosse per un incidente, una malattia o per altro ci si può persino fare una ragione ma per un maledettissimo alcol party, che oggi sono tanto in voga, è incomprensibile, fuori da qualsiasi logica … “ proprio in quel momento un’autoambulanza arriva a tutto spiano, scendono i dottori e gli infermieri e aprono la porta dell’ambulanza proprio a due passi da noi, una barella con su una ragazzina svenuta e l’infermiere riprende “ecco, stavamo parlando proprio di loro … è un continuo arrivare, straziante vero ?” ed io, con un filino di voce, allucinato e sorpreso da questa realtà a me così sconosciuta quasi da sentirmi come un marziano “direi allucinante … “ e rimango senza parole immerso nei miei pensieri e su cosa possa spingere a questi giovani verso queste azioni così distruttive, mancanza d’amore, voglia di crescere e tante altre infinite ipotesi.

Ancora immerso nei miei pensieri, turbato da quella scena vista poco prima sento Gigi che mi chiama “we bella gioia sono ancora vivo, non sarà lo spumantino di mio suocero ad uccidermi ahahahah “ lui sorridente con una evidente fasciatura al braccio si avvicina ed io, che non ho reagito alle sue parole, gli vado incontro e ci avviamo all’auto per tornare a casa.

In auto rimango in silenzio ancora scosso non tanto per l’episodio di Gigi, un piccolo incidente in fondo, ma per la visione di quella bella ragazzina su quella barella, “E’ una sciocchezza, sai mi hanno messo appena tre punti, nulla di grave, ti ha turbato molto questa cosa?” ed io gli spiego un po’ l’accaduto e le motivazioni del mio stato, arrivati a casa sua, la discussione prosegue con le mogli e gli altri amici, passiamo l’intera parte della restante serata a domandarci ed interrogarci sul mondo dei giovani, quali sono e se ne abbiamo le nostre colpe, la società che responsabilità ha, la scuola inadeguata, e tante altre valutazioni e riflessioni, che ci portano a nessuna soluzione se non ad un insieme contorto e disarticolato di vari possibili motivazioni, l’argomento ci riguarda da vicino, considerato che siamo tutti genitori, qualcuno di adolescenti qualcun’altro di giovani un po’ più maturi ma questa cosa tocca un po’ tutti sul vivo.

Il malessere giovanile da cosa deriva? Possiamo dare tante e svariate risposte, non cerco queste, noi appartenenti al mondo dei presunti adulti dobbiamo lavorare affinché possiamo dare ai giovani un mondo migliore, il migliore a noi possibile, ma, a prescindere da questo, i giovani devonono trovare altri ideali, altri riferimenti, rimanendo consapevoli che la vita che hanno in prestito, è preziosa e solo loro ne hanno la gestione, gettarla alle ortiche può far male soprattutto a loro, devono credere che si possono divertire consapevolmente senza necessariamente trasgredire, non c’è bisogno di trasgredire ed eccedere in situazioni pericolose, devono trovare l’adrenalina di cui necessitano in situazioni che non rechino danni alla loro vita, è davvero impossibile da realizzare questo?

Se c’è un solo ragazzo/a che ha letto questo scritto ritrovandosi coinvolto emotivamente in quanto ha partecipato ad un alcol party o altre sciocchezze similari, se ha capito il mio messaggio e ne prende atto, posso considerarmi l’uomo più felice di questa terra, pensateci, … la gioia, la felicità non sono nell’effimero, trovatele in cose durature e terrene, auguri e bella vita  ;-)




Odùsseia ha risposto:

Ritengo che nella gioventù sia insita la sfida agli adulti E il voler dimostrare di essere invincibili: la morte è così lontana!

Tuttavia, quando si arriva ai limiti che tu hai descritto, quando si fa fenomeno di massa, a mio avviso c'è qualcosa che non con va nell'intera società.

Non ho figli (purtroppo) e posso solo basarmi sulle esperienze dei miei cinque nipoti: ragazzi e bambini fantastici per ora. I maggiori sono stati seguiti dalla famiglia (non solo genitori, ma nonni, zii, tante voci da confrontare, tante persone che volevano il loro bene) fin da piccini e hanno potuto trovare in essa (e ancora adesso lo possono) il conforto alle loro normali insicurezze: qualcuno disposto ad accoglierli e ad ascoltarli con amore e tolleranza, con pazienza e interesse.
Il disagio dell'unico nipote maschio, che a vent'anni non esce quasi mai per timidezza e difficoltà caratteriali dimostrate fin da bambino) è un problema di tutti e tutti cercano qualche soluzione e si confrontano.

Se una società si ritrova con tanti ragazzi allo sbando, sì, è una società che ha fallito: ha sbagliato sugli investimenti fatti sul proprio futuro.
Perfino gli animali (e noi cosa siamo, se non animali un po' più evoluti?) hanno come priorità la continuazione della specie e nel modo migliore possibile.

NON E' SOLA COLPA DEI GENITORI, ma di una comunità che ha perso il senso del termine "comunità" per diventare individualista, superficiale, perfino così idiota da non rendersi conto che il futuro sono le piantine che stanno crescendo.

_____________________

Altri hanno commentato:
http://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20090628020510AAPNVGP&r=w#PIduBmrUAnfjvMkU2IqT



                               E VOI, CHE NE PENSATE?


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. società disagio giovanile colpe

permalink | inviato da gatta nera il 28/6/2009 alle 14:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


21 giugno 2009

Solstizio d'estate. Ancora una volta mi rialzo...

 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. ricominciare solstizio d'estate

permalink | inviato da gatta nera il 21/6/2009 alle 5:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa


11 aprile 2009

Pax.

 



A tutti:


a quelli che vivono giorni di angoscia e dolore,

ai sofferenti nel corpo e nello spirito,

ai giusti perché non deviino dal retto cammino,

ai malvagi nella speranza che comprendano il male,
 
a coloro che hanno amato e non hanno ricevuto,

a chi non si è accorto di quanto amore aveva intorno,

a chi chiede e non ha e a chi ha perché doni,

a chi non ha il potere di cambiare le cose ma lotta per farlo,

a chi il potere lo detiene perché lo eserciti con altruismo,

a quelli che hanno la pazienza di aspettare quando non si può

e a coloro che cercano di non fare aspettare invano,

a chi sa donare la speranza...


A tutti auguro


 uno spirito colmo di pace e serenità consapevoli.






Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. pasqua pace serenità

permalink | inviato da gatta nera il 11/4/2009 alle 11:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa


9 aprile 2009

Aiutiamo l'Abruzzo.


 

Informazioni di base

Tipo:
Descrizione:
MESSAGGIO A GRUPPI UNIFICATI: aiutiamo l'ABRUZZO

AMICI di FB FACCIAMOCI SENTIRE E DIAMO UNA MANO ALL'ABRUZZO PROMUOVENDO QUESTE INIZIATIVE:
1 - DONIAMO 1 EURO con un messaggio al 48580 (Tim, Vodafone, Wind e 3 Italia)
2 - Diamo il MONTEPREMI DEL SUPERENALOTTO all'ABRUZZO. Quasi 40 MILIONI DI EURO.
3 - Dedichiamo una DOMENICA DI CALCIO all'ABRUZZO. 2 EURO per ogni persona che acquista un biglietto di ingresso allo STADIO.
4 - Il TELEVOTO DEI REALITY all'ABRUZZO. Grande Fratello, X-Factor etc, DATE gli incassi derivati dal televoto all'ABRUZZO.

Chiunque abbia INFORMAZIONI DA DARE O CHIEDERE SUL TERREMOTO IN ABRUZZO PUÒ FARLO IN QUESTO GRUPPO FACEBOOK APPOSITAMENTE DEDICATO:

http://www.facebook.com/group.php?gid=61115284832
ISCRIVETEVI E AIUTATECI A COORDINARLO!!!

COPIA, INCOLLA E DIFFONDI via FB, mail e tutti i mezzi a tua disposizione.

grazie a tutti
LA LOGGIA DEI SUPER AMMINISTRATORI

---------------- NEWS ----------------------------------------------

Forse la Nostra proposta di destinare il montepremi del superenalotto è stata ascoltata. E' stata depositata dal PD una richiesta al Senato.

http://www.partitodemocratico.it/dettaglio/76045/terremoto_senatori_pd_a_schifani_accogliere_appello_facebook_su_superenalotto

GRAZIE A TUTTI VOI...CONTINUATE A DIFFONDERE IL MESSAGGIO

Informazioni di contatto

E-mail:
Sito Web:
Posizione geografica:
ITALIA

 

http://www.facebook.com/profile.php?id=1415070884&ref=profile#/group.php?gid=61115284832&ref=mf



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Terremoto Abruzzo aiuto solidarietà

permalink | inviato da gatta nera il 9/4/2009 alle 16:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


6 aprile 2009

Terremoto in Abruzzo. I danni che si potevano evitare.

 


Per quasi tutto il giorno, mentre ero al lavoro, in sottofondo ho seguito alla radio le notizie del terremoto in Abruzzo, sempre più drammatiche, come era prevedibile.
Testimonianze composte, persone che si trovavano isolate in paesi rasi al suolo e telefonavano per raccontare il "loro" terremoto, tra il silenzio della distruzione e della morte.
La "macchina dei soccorsi" pare aver funzionato bene, ma è evidente che in poche ore non è possibile raggiungere ogni paesino.

A casa, guardo un telegiornale e mi appare il nostro premier, in tenuta scura e modesta, come richiedevano le circostanze (ma non voglio criticare anche questo).

Però, dopo che aveva fatto un volo in elicottero sopra la zona sismica, sentirlo sentenziare che non aveva visto un muro pericolante senza soccorsi già in opera è un'offesa alla normale intelligenza delle persone e alle vittime stesse del terremoto, peraltro  quasi mute nel loro dolore e in quella paura che li attanaglia da Dicembre, senza che un telegiornale nazionale si sia degnato di sottolineare la cosa.

Per quanto ci si sia dati da fare, come sarebbe stato possibile per la protezione civile e le altre forze dello Stato essere completamente operativi su tutto il territorio dopo poche ore di luce?
Perché questo vizio di esagerare?

Comunque una domanda che molti si pongono, ma non il nostro governo, è: morti e gente in lutto e tanti crolli di borghi caratteristici del nostro paesaggio o monumenti artistici o addirittura edifici nuovi malcostruiti... Non sarebbe meglio edificare con maggiore criterio e consolidare il nostro patrimonio artistico, turistico e paesaggistico e di conseguenza l'incolumità degli italiani, piuttosto che permettere ai più abbienti di avvalersi della possibilità di ampliare la propria abitazione, per di più affidandosi al gusto estetico di ciascuno?

E ancora, dopo tutto questo, davvero vogliamo costruire un ponte sul sismico stretto di Messina?




27 marzo 2009

AUGURI!

Come tutti i 27 Marzo...


Buon  Compleanno Gianna!





E' nei dettagli che si colgono le grandi qualità
e tu sei un piccolo grande fiore di campo!






Tanti, ma tanti auguri mia cara amica!






permalink | inviato da gatta nera il 27/3/2009 alle 9:11 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


26 marzo 2009

I saggi consigli del buon leader.





Da "GIORNO/RESTO/NAZIONE" di giovedì 26 marzo 2009

IERI LA VISITA A NAPOLI Berlusconi ai licenziati «Non state con le mani in mano Io mi darei da fare»

ROMA - HO DETTO che deve lavorare di più chi ha la possibilità di farlo. Auspico che chi è stato licenziato si trovi qualcosa da fare».

Silvio Berlusconi arriva a Napoli per l`inaugurazione del termovalorizzatore di Acerra e risponde così alle critiche scaturite dopo l`invito agli italiani a rimboccarsi le maniche per uscire dalla crisi.

Come esempio, porta se stesso: «Io non starei con le mani in mano. Spero comunque che si faccia di tutto affinché non si lasci nessuno a casa, anche gli imprenditori si devono inventare qualcosa».

__________________________________________


Da "Il Corriere della Sera" di giovedì 26 marzo 2009

Berlusconi: i licenziati? Trovino qualcosa da fare «Aprirò una trattativa per la Fiat a Pomigliano». E sull`edilizia: sì al confronto ma decideremo noi Il premier a Napoli incontra gli operai: se io perdessi il lavoro non starei con le mani in mano DAL NOSTRO INVIATO NAPOLI - «Chi perde il lavoro non stia con le mani in mano, si trovi qualcosa da fare.

Io almeno, se fossi licenziato, farei così, auspico questo».

___________________________________________


Da CORRIERE DELLA SERA.IT di giovedì 26 marzo 2009

«CHI PERDE IL LAVORO NON STIA CON LE MANI IN MANO» - Il presidente del Consiglio è tornato poi anche sulle frasi pronunciate mercoledì a Napoli e che hanno sollevato qualche polemica. «Se io perdessi il lavoro non starei con le mani in mano - ha detto Berlusconi -, me ne cercherei un altro», ha ribadito il premier e ha aggiunto: «La mia era una risposta ad una domanda di un giornalista in un contesto più grande, che raccontava ciò che il governo sta facendo e farà per sostenere chi non ha lavoro». «Ero reduce da un incontro con le maestranze e i lavoratori di Pomigliano - ha spiegato Berlusconi in diretta telefonica a Panorama del giorno - a cui avevo garantito l'impegno del governo. Quando mi hanno chiesto cosa farei io nella situazione di una persona licenziata ho risposto che non starei con le mani in mano e magari mi cercherei un altro lavoro, perchè non è detto che bisogna fare tutta la vita lo stesso lavoro».

__________________________________________


Effettivamente lui ha dato più volte dimostrazione di non saper tenere "le mani in mano",
 
sia nella cura dei suoi affari privati,
 
                                                                                  sia nella sua spontanea, simpatica gestualità.


         

    

                                          


Eh i saggi consigli del buon leader, che ha confidato a un barista di non avere più tempo per se stesso,
ma di non potersi tirare indietro: che missione la sua, quanto gli dobbiamo, noi popolo di ingrati e fannulloni!

_______________________________________________


25 marzo 2009

Agrodolce. Pensioni.

 


COSA FANNO I PENSIONATI TUTTO IL GIORNO?

Spesso chi lavora chiede a noi pensionati come impieghiamo tutto il nostro tempo...
Domanda interessante!

Beh per esempio l'altro giorno io e mia moglie siamo andati in città e siamo entrati in un negozio.
Ci siamo rimasti cinque minuti, il tempo per spendere tutto quanto avevamo.

Quando siamo usciti c'era un vigile col suo bravo blocchetto che faceva una multa.
Ci siamo avvicinati e gli ho detto: "Scusi non potrebbe avere più rispetto per degli anziani e lasciar perdere per una volta?".

Quello ci ha ignorati e ha continuato a scrivere.
Allora gli ho dato dello "Stronzo nazista".
A quel punto lui ha alzato gli occhi, mi ha fissato per un istante e poi si è messo a fare un'altra multa per i pneumatici consumati.
Così mia moglie gli ha dato del "Pezzo di merda".
Il vigile ha messo la seconda multa sul tergicristallo insieme alla prima e ha iniziato a scriverne una terza!
La cosa è andata avanti 20 minuti: più lui scriveva e più noi lo insultavamo e viceversa...

Che poi... a livello personale... chi se ne frega, noi siamo venuti in città in autobus!!!
E' solo che da quando siamo in pensione cerchiamo sempre di divertirci un po'...
E' importante alla nostra età !!!


                                                  
             


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. pensioni povertà

permalink | inviato da gatta nera il 25/3/2009 alle 19:18 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa


19 marzo 2009

Quelle piccole oasi di felicità.

 




Distimico è colui che vive in un quasi costante male di vivere, che da una base di umore malinconico ha picchi frequenti e profondi di depressione e più rari momenti di euforia.

A volte senza una ragione cosciente (penso che inconsciamente ci sia sempre un motivo), a volte a causa di piccole viariazioni, chi soffre di distimia cambia rapidamente stato d'animo.

Consapevole che tornerà a star male quando tutto sembra andar bene, non riesce a credere che sarà lo stesso quando si trova in fondo al pozzo e la luce pare così piccola e lontana.

Un paio di giorni fa è stata una di queste ultime giornate: in quei momenti mi sento così lucida e solo allora mi pare di capire la gravità della situazione che vivo, ma quando il cielo si rasserena non voglio pensarci e godo di quei brevi istanti o ore che siano, senza angosciarmi perché consapevole che torneranno le tempeste.

Oggi mi sento particolarmente euforica e tutto quanto faccio sembra prendere il giusto ritmo. Cosa è successo? In fondo niente di particolarmente diverso dagli altri giorni o forse sì, ma soprattutto ieri notte è spuntato il sole e ce l'ho ancora vivo e brillante dentro di me.

Forse perché non mi sono lasciata andare alla mia tristezza e ho continuato a lavorare, forse perché ho sorpreso un sorriso sul volto sofferente di mia madre, dopo tanto tempo; o perché mio marito era gentile o per una lettera inaspettata da una persona che stimo molto e per la quale provo affetto o perché stamattina il lavoro scorreva veloce, nonostante vari inghippi; o perché ho ricevuto una telefonata in cui ormai non speravo più o...

Non lo so: forse tutto questo insieme o forse solo che sono successe in un momento in cui il mio "umore" stava già facendo un balzo in su, ma oggi sono felice e voglio goderne... "Del doman non v'è certezza".

 

    


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. felicità distimia sconosciuta rara

permalink | inviato da gatta nera il 19/3/2009 alle 13:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
sfoglia     giugno       
 
 




blog letto 707337 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
Parma
Politica
Società
Poesia
Spunti
Riflessioni
Storia
Articoli giornali
ARTE

VAI A VEDERE





"Oh Signora Threadgoode,
io mi sento troppo giovane

per essere vecchia
e troppo vecchia
per essere giovane!"
 
Fried green tomatoes
27 Dicembre 1991.


 

 "La donna nell'arte"

 

 

"Women in film"
 

 

Toutefois
l'amour vrai rare peut être,
il est moins ainsi que l'amitié vraie.

Per quanto
il vero amore possa esser raro,
lo è meno della vera amicizia. 

François Duc de La Rochefoucauld

 

 

 


 

 

 Non nascondere
il segreto del tuo cuore,
amico mio!
Dillo a me, solo a me,
in confidenza.
Tu che sorridi così gentilmente,
dimmelo piano,
il mio cuore lo ascolterà,
non le mie orecchie.
La notte è profonda,
la casa silenziosa,
i nidi degli uccelli
tacciono nel sonno.
Rivelami tra le lacrime esitanti,
tra sorrisi tremanti,
tra dolore e dolce vergogna,
il segreto del tuo cuore.

  Rabrindranath Tagore

                                     


    


    Le aleggiava sulle labbra
e le splendeva negli occhi
un sorriso tenero e radioso,
che pareva scaturire
dal cuore medesimo
della femminilità.

 
"La lettera scarlatta"
Nathaniel Hawthorne

 

 

                                               
 
                                                        
             Pierre Auguste Renoir
                 Spring bouquet, 1866


 
 


           

 

"Non permetterò a nessuno
 di mettermi in gabbia".


"Non voglio metterti in gabbia,
 io voglio amarti".

 

" E' la stessa cosa".



              
 

 

 

 


Sognare 

Fabia, sono Catullo.
Ti ricordi quando volevo baciarti
e non l'ho fatto?
Quando volevo toccarti
e non ho potuto?
Quando volevo portarti via
e me l'hanno impedito?
Ora ti sogno tutte le notti
e nessuno può farci nulla.

Da: Poesie d'amore
Enrico Galavotti

                                              
_______________________________________




Upgrade your email with 1000's of cool animations

Hanno alzato lo sguardo
a questo firmamento:


    


Adriana Libretti
Aidi
Aislinn
Ale (a destra)
Aleiorio
Alice
Alternativo 2
Amore di grafica - Kekkina
Anabasi
Animainviaggio
Annamarea - Anna Maria
Annie 80
Anelli di fumo - Sciltian
Ape_blog
Arciprete
Arraffagatto (Arfasatto-Serapione) - Elena
Attimo fuggente
Aurora 86
Barbarab
Baskerville *
Batlogreturns - Kia
Beppone
La casa di Beppone
Blue River - Mass(im)o
Bread & Roses - Simona
Broken clock
Calimero (Nuvolee)
Calma apparente - XaoS
Calzetta
Camera con vista - Claudia
Caravanserral (ex Il cavaliere
errante) - Nicola
Carezza invisibile - Irene
- ex BBMount
Carlo Rubboca *
Cat
Chiamami aquila
Coda di lupo - Gian Pietro
Concy 31
Cristiana G.
Darkismy
Devarim
Dimensione (distrattamente) Morgana - La bottega di spezie - Laura
Eleonora blog
Esperimento
Estrella Vanilla
Esseno - Giuseppe
Eta-beta - Gabriella
Ex Rastagirl- Dina *
Exit - Enrico
Exodus Raian - Mauro Dino *  (doppio link)
Fiore di campo - Gianna
Fort
Forum valdese
Fotogramma
Francesca01
Galarico
Garbage
Gatta randagia
Ghezzi Christian
Glitter my passion
Grillo (parlante)
Hellsnymph
Heartprocession
HeavenonEarth - Marco
Herzog_1
Il blog di Barbara
Il cavaliere errante - Nicola
Ile89 - Ilenia
Il gatto silver
Il laicista
Il laicista 2
Il pane e le rose - Aradia - Simona
ImPrecario
Io e lui - Susy
Ivan Jaacov Steinberger   *
Kurtz
La chiesa delle storie - Roberto
La donna che visse più volte
La mia nuova casa
Lapidaria
La rosa in più - Salvatore
La scrittura creativa - Francesca
Le silence de la musique
Liberi di essere
Lupo abruzzese - Giovanni
Maralai - Mario
Marcello *?
Mia Essenza
Mietta - Maria Antonietta
Mokella
Mostro Joe
My sweet gloom
Non lo dico
Note bianche
Ombra
Paolo
Paparazza
Passerotta
Pdecaspita - Pietro *
Peana
Penelope 1951 - Elena
Per sbaglio - Adriana
Petali di antehemis
Piccoli soli arancioni - Lia
Pink and dark elf
Punk princess
Pyperita
Raffaella Del Greco
Rosa bianca
Rumore di niente
Sabrina di Napoli
Sbriciolina
Senzanomealcuno
Senzapaura - Dyo(tana) - Nicoletta
Sinistra maldestra - Damiano
Skan's exexperiences
Specchio
Stefania 75
Testa bislacca - ex Senzapaura
Triton
Una perfetta stronza
Valigetta
Vedere oltre
Veglie
Vent mauvais
Vetro
Viler - Vito
Violetta Color - Futura3000
W la matematica - Sebastiano
Zemzem
Zlatan - Pino Giuseppe *
1dobby8 - Monica
2 stella a destra







Ivan Jacoov Steinberger

 



        

         Odùsseia 360°   e

Yahoo Answers Odùsseia




                           -  HOMOLAICUS
                           - Amici di Misurina

                           *Luce del mattino
                           *La rosa sul fiume


                          


 

_______________________________________

 


        


   Mi dà sempre un brivido
   quando osservo un gatto
 che sta osservando qualcosa
  che io non riesco a vedere.

       Eleanor Farjeon   




 

- Gatto amico
- Amore di gatto
- Gattomania (fusa)
- Gatti e Arte
- Gatti and gatti
- Gatti e non solo
- Gattivity
- Micimiao
- Miciolandia
- IDAG gatti
- 44 gatti
- Vita Gatta

 






 

  _______________________________________


 ________________________

 




        

 

     MARINA GARAVENTA

                 

    http://laprincipessasulpisello.splinder.com/

 

             

 

   

 

              

             Il disagio mentale

 

 



 immagine

         

 

___________________________

Le immagini inserite in questo blog
sono in gran parte tratte da Internet;
se la loro pubblicazione violasse
eventuali diritti d'autore, vogliate
comunicarlo a gattanera58@yahoo.it

___________________________

 

 

 

 

CERCA