.
Annunci online

E-le-stelle-stanno-a-guardare
Ricordi, rimorsi, rimpianti... suggestioni, impressioni, riflessioni di una gatta psicopatica.


Diario


22 febbraio 2009

L'Albero degli amici.

 

 

Esistono persone nelle nostre vite che ci rendono felici
per il semplice caso di avere incrociato il nostro cammino.

Alcuni percorrono il cammino al nostro fianco,
vedendo molte lune passare,
gli altri li vediamo appena tra un passo e l'altro.

Tutti li chiamiamo amici e ce sono di molti tipi.
Talvolta ciascuna foglia di un albero rappresenta uno dei nostri amici.


I primi che nascono sono
il nostro amico papà e la nostra amica mamma,
che ci mostrano cosa è la vita.
Dopo vengono gli amici fratelli,
con i quali dividiamo il nostro spazio
affinché possano fiorire come noi.
Conosciamo tutta la famiglia delle foglie che
rispettiamo e a cui auguriamo ogni bene.


Ma il destino ci presenta ad altri amici
che non sapevamo avrebbero incrociato il nostro cammino.
Molti di loro li chiamiamo amici dell'anima, del cuore.
Sono sinceri, sono veri.
Sanno quando non stiamo bene, sanno cosa ci fa felici.
E alle volte uno di questi amici dell'anima
si infila nel nostro cuore e allora lo chiamiamo innamorato.
Egli dà luce ai nostri occhi, musica alle nostre labbra, salti ai nostri piedi.


Ma ci sono anche quegli amici di passaggio,
talvolta una vacanza o un giorno o un'ora.
Essi collocano un sorriso nel nostro viso
per tutto il tempo che stiamo con loro.

Non possiamo dimenticare gli amici distanti,
quelli che stanno nelle punte dei rami
e che quando il vento soffia appaiono sempre tra una foglia e l'altra.


Il tempo passa, l'estate se ne va, l'autunno si avvicina
e perdiamo alcune delle nostre foglie,
alcune nascono l'estate dopo, e altre permangono per molte stagioni.
Ma quello che ci lascia felici è che
 le foglie che sono cadute continuano a vivere con noi,
alimentando le nostre radici con allegria.
Sono ricordi di momenti meravigliosi di quando
incrociarono il nostro cammino.


Ti auguro, foglia del mio albero,
pace, amore, fortuna e prosperità.
Oggi e sempre... semplicemente
perché ogni persona che passa nella nostra vita è unica.
Sempre lascia un poco di sé e prende un poco di noi.
Ci saranno quelli che prendono molto,
ma non ci sarà chi non lascia niente.

Questa è la maggior responsabilità della nostra vita
e la prova evidente che due anime
non si incontrano per caso.

*

La carta viene dal Venezuela
è stata scritta da Paul Montes
un missionario sud-americano.

*


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. paul montes l'albero degli amici

permalink | inviato da gatta nera il 22/2/2009 alle 2:22 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa


19 febbraio 2009

Aurora.






Che momento sospeso quello dell'aurora,
 quando la notte scema e l'alba ancora non arriva.
E' l'incanto del mondo delle tenebre che chiude il sipario,
è l'attesa che la luce e i suoni sovrastino una volta ancora
 il nostro più profondo sentire e insieme ci irradiino di vita.



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. notte giorno alba aurora

permalink | inviato da gatta nera il 19/2/2009 alle 5:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa


18 febbraio 2009

E' nevicato. Non so se vi siete accorti.

 


*** * *** * ***

E' nevicato.
Non so se vi siete accorti.
Non era qualcuno che scuoteva il pandoro dal balcone.
Peccato che siano partiti degli emboli che neanche fosse scesa dal cielo l'apocalisse.
Tutti a gridare: "Emergenza, emergenza..." Emergenza una mazza!
E' gennaio? Nevica. 
Dovremmo essere contenti. Vuol dire che la terra ha ancora qualcosa di normale.
E' nevicato.
Se l'8 gennaio ce ne stavamo tutti in piazza Castello in mutande con le ascelle sudate e le balle dentro al frigo, allora sì che era emergenza.
A Gaza c'è l'emergenza. Non qua.

Invece è scoppiato un macello. Tutti a mettere in croce il povero Chiampa e la povera Moratti.
Che, anima santa, aveva poco sale. Anche a me capita.
Tra l'altro aveva poco sale perché l'aveva prestato a Chiamparino.
Gliel'ha dato e poi a Milano sono rimasti senza.
Quando si è accorta che nevicava forte si è messa persino a dissalare le acciughe che aveva preso a Spotorno ma non è bastato.
Lety, guarda: sei stata ben gentile, a darci il sale. Siamo in debito.
Quando hai bisogno di due uova per fare la maionese suona pure a me quando ti pare.

Comunque è strano.
La neve nelle favole rende tutti più buoni, e invece eran tutti isterici, sembrava fossero scesi dal cielo trenta centimetri di cocaina.
Una lagna mai più finita.
«Eh, ma facciam fatica a camminare...».
Certo che se ti metti i tacchi per far la figa, facile che vai lunga e tirata.
Mettiti dei bei scarponcini come le pastorelle di Fatima vedi che stai in piedi.
La figa la fai poi quando i giardini di marzo si vestono di nuovi colori, deficiente.
«Eh ma ci sono i marciapiedi pieni. E il Comune che fa?».
E cosa fa? Fa passare gli spazzaneve.

Ma nelle strade.
Non è che li fa passare sui marciapiedi se no porta via anche i citofoni.

Uno gentilmente prende la pala, si leva la neve dal marciapiede di casa sua e non rompe i marroni al sindaco.
La pulizia del marciapiede spetta ai proprietari degli stabili.
Quindi spàlati la neve davanti al tuo portone e falla finita.
Se lo fanno tutti vedi poi com'è più facile camminare.

«Eh ma dovevano chiudere le scuole». Probabilmente sì.
Però se non ce la fai a portare tuo figlio a scuola tienilo a casa.
E' un ragionamento difficilissimo?
Non credo.
«Nevica. E con l'autobus c'ho messo mezz'ora di più». Ed è colpa della Moratti?

Cosa deve fare sta disgraziata? Correre a raccogliere i fiocchi con la lingua di fuori?
O magari con le chiappe, facendosi tirare per le caviglie, come si fa in spiaggia per fare la pista per le biglie ? Non è che è nevicato solo per te.
E' nevicato per tutti.

Avran tutti dei casini.
Pazienza.
Se arrivi in ritardo Brunetta stavolta chiuderà un occhio.

«Dovevano mettere più autobus... ».
Certo. Chiampa adesso compera 20 bus in più e li tiene in garage e li tira fuori solo quando nevica. Per te.
C'è scritto nel bilancio comunale: venti autobus in più per quella lì che si lamenta.
Ma tira fuori il tuo di Suv e sparisci.
Si chiama fuoristrada no? E allora per una volta usalo per quel che è, che sei sempre lì a intasare in doppia fila davanti alla scuola col tuo autoblindo.

Insomma: quando nevica, gli unici contenti sono i bambini e i cani.
I bambini che si tirano le palle di neve e i cani che fan la cacca sul pulito.
E poi, dopo qualche giorno, quando i bambini si tirano le palle di neve con dentro la cacca dei cani, la festa è belle che finita.


Luciana Littizzetto

(dalla trasmissione "Che tempo che fa" - Rai 3)

*** * *** * ***


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. società littizzetto neve proteste monologo

permalink | inviato da gatta nera il 18/2/2009 alle 18:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


17 febbraio 2009

Festa del gatto... Senza dimenticare gli altri!

 

                                                                                                                                                                                   foto cb


Tanti auguri Sherazade!

Spero che la tua compagnia ci porterà gioia e consolazione per tanti anni.






Senza dimenticare coniglietti, criceti o porcellini d'india, cagnolini, pesciolini...

Amici che chiedono solo poche coccole per tanto affetto incondizionato.


*** * *** * ***


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. tenerezza pets 17 febbraio festa del gatto

permalink | inviato da gatta nera il 17/2/2009 alle 17:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


8 febbraio 2009

Sono tornata nel mio buco nero.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. buco nero rifugio

permalink | inviato da gatta nera il 8/2/2009 alle 15:7 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa


7 febbraio 2009

Ci fu un lontano e lontano sette febbraio...

 Un fiore

Trascorrono i giorni
e graffiano alle pareti del cuore
come gli artigli di una pantera
affamata che affondano nella preda.
Vago ammutolita e cieca tra le
solide mura di questa prigione,
e lancio un morso al nulla che mi circonda
inutilmente sperando di potermi
saziare masticando i ricordi…
Il bacio dell'alba mi ha lasciato
sulla bocca un sapore amaro
e a nulla serve sapere che ci sei,
al di là di questi occhi…
E' qui che manchi,
sui miei ti amo lasciati al vento,
tra i petali di un fiore reciso e gettato in un vaso
in attesa di spegnere l'ultimo profumo…

Alis


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. poesia alis un fiore

permalink | inviato da gatta nera il 7/2/2009 alle 14:7 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


6 febbraio 2009

Perle.

 




Caro Xxxxx,
stavo per commentare il tuo "entry" del 1 Febbraio, quando mi sono interrotta e sono andata a vedere se ci fosse qualcosa di nuovo sul tuo blog e ho trovato quello di ieri.

L'ho letto, una, due, tre volte e - non chiedermi perché - quando mi emoziono io piango. Non riuscivo a staccare gli occhi da quella descrizione, da quei sussulti e gemiti e dalle parole dolci di tua madre... Una estatica inquietudine.

E pensavo a quanto sono piccola e stupida e insignificante e a quanto c'è nel mondo che non ho mai capito o provato o non so...

A questa emozione si è aggiunta quella di trovare sopra di me il commento di "xxxxx xxxxxxxx" (non uso il nome vero perché non so se lo conosci, probabilmente sì, ma non sarebbe corretto da parte mia).

C'è stato un tempo, quando ancora era "Xxx" in cui ci siamo frequentate in rete, poi io ho abbandonato casa, il mio blog - "E le stelle stanno a guardare" - e tutta la comunità di amici che avevo.

Dovevo e volevo dimenticare un'esperienza molto dolorosa e mi sono buttata nel mare di Answers: all'inizio senza respiro, affannosamente, per non pensare e invece i tentacoli della mia sofferenza sono arrivati anche lì, perfino più intensamente.

Ho conosciuto e poi perso tante persone fra le spire delle domande e delle risposte di quel mondo vorticoso, ma erano incontri spesso fuggevoli, forse per colpa mia che avevo paura di essere di nuovo ferita a morte... Quasi a morte: non mi ha voluto, è Lei che decide Quando.

E adesso da te ritrovo la mia "antica amica"; visito, quasi in punta di piedi, la sua nuova dimora, leggo il suo ultimo post e scopro che per mesi ha temuto di essere molto malata e che ora finalmente sa di star bene.

Tutte queste emozioni si fanno una sola, come una collana di coralli, mi stringono, mi tolgono il fiato finché la collana si rompe e cadono e saltellano tutte le perle intorno, ancora separate.

Se perfino i sentieri di internet si intrecciano in modo così imperscrutabile, non significa davvero che la nostra umanità è una sola, che siamo come la collana che infilerò di nuovo e diventerà ancora un insieme unico di moduli diversi, ma così simili?

Per chi suona la campana?

 

 


5 febbraio 2009

Pausa di riflessione.

 
"Tramonto invernale"
di
Enrico Moltisanti






La montagna è il Monviso, alto 3.841 metri, situato nelle Alpi Cozie verso il confine con la Francia.

Dalle sue pendici sgorga il fiume Po, che ampio e solenne, scorre non lontano dalla mia dimora.





Desiderata

Va' serenamente in mezzo al rumore e alla fretta
e ricorda quanta pace ci puo' essere nel silenzio.

Finche' e' possibile senza doverti arrendere conserva
i buoni rapporti con tutti.

Di' la tua verita' con calma e chiarezza, e ascolta gli altri,
anche il noioso e l'ignorante, anch'essi hanno una loro storia da raccontare.
Evita le persone prepotenti e aggressive, esse sono un tormento per lo spirito.

Se ti paragoni agli altri, puoi diventare vanitoso e aspro,
perche' sempre ci saranno persone superiori ed inferiori a te.

Rallegrati dei tuoi risultati come dei tuoi progetti.
Mantieniti interessato alla tua professione, benche' umile;
e' un vero tesoro rispetto alle vicende mutevoli del tempo.

Sii prudente nei tuoi affari, poiche' il mondo e' pieno di inganno.
Ma questo non ti impedisca di vedere quanto c'e' di buono;
molte persone lottano per alti ideali, e dappertutto la vita e' piena di eroismo.

Sii te stesso. Specialmente non fingere di amare.
E non essere cinico riguardo all'amore,
perche' a dispetto di ogni aridita' e disillusione esso e' perenne come l'erba.

Accetta di buon grado l'insegnamento degli anni,
abbandonando riconoscente le cose della giovinezza.

Coltiva la forza d'animo per difenderti dall'improvvisa sfortuna.
Ma non angosciarti con fantasie.

Molte paure nascono dalla stanchezza e dalla solitudine.
Al di la' di ogni salutare disciplina, sii delicato con te stesso.

Tu sei un figlio dell'universo, non meno degli alberi e delle stelle;
tu hai un preciso diritto ad essere qui.
E che ti sia chiaro o no, senza dubbio l'universo va schiudendosi come dovrebbe.

Percio' sta in pace con Dio, comunque tu Lo concepisca,
e qualunque siano i tuoi travagli e le tue aspirazioni,
nella rumorosa confusione della vita conserva la tua pace con la tua anima.

Nonostante tutta la sua falsita', il duro lavoro e i sogni infranti,
questo e' ancora un mondo meraviglioso. Sii prudente.

Fa di tutto per essere felice.


 


  Questo testo bellissimo viene quasi sempre presentato come "Manoscritto del 1692 trovato a Baltimora nell'antica chiesa di San Paolo".

Invece nel 1959 il reverendo Frederick Kates rettore della chiesa di St. Paul, a Baltimore, Maryland, incluse questo pensiero in una raccolta di materiale devozionale. 

In cima alla raccolta, c'era l'annotazione "Old St. Paul's Church, Baltimore, A.C. 1692", che è l'anno di fondazione della chiesa... da qui l'equivoco.

In realtà, l'autore di questi versi è Max Ehrmann, un poeta di Terre Haute, Indiana, vissuto dal 1872 al 1945, e scrisse Desiderata intorno al 1927.

http://www.poesia-creativa.it


sfoglia     gennaio        marzo
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
Parma
Politica
Società
Poesia
Spunti
Riflessioni
Storia
Articoli giornali
ARTE

VAI A VEDERE





"Oh Signora Threadgoode,
io mi sento troppo giovane

per essere vecchia
e troppo vecchia
per essere giovane!"
 
Fried green tomatoes
27 Dicembre 1991.


 

 "La donna nell'arte"

 

 

"Women in film"
 

 

Toutefois
l'amour vrai rare peut être,
il est moins ainsi que l'amitié vraie.

Per quanto
il vero amore possa esser raro,
lo è meno della vera amicizia. 

François Duc de La Rochefoucauld

 

 

 


 

 

 Non nascondere
il segreto del tuo cuore,
amico mio!
Dillo a me, solo a me,
in confidenza.
Tu che sorridi così gentilmente,
dimmelo piano,
il mio cuore lo ascolterà,
non le mie orecchie.
La notte è profonda,
la casa silenziosa,
i nidi degli uccelli
tacciono nel sonno.
Rivelami tra le lacrime esitanti,
tra sorrisi tremanti,
tra dolore e dolce vergogna,
il segreto del tuo cuore.

  Rabrindranath Tagore

                                     


    


    Le aleggiava sulle labbra
e le splendeva negli occhi
un sorriso tenero e radioso,
che pareva scaturire
dal cuore medesimo
della femminilità.

 
"La lettera scarlatta"
Nathaniel Hawthorne

 

 

                                               
 
                                                        
             Pierre Auguste Renoir
                 Spring bouquet, 1866


 
 


           

 

"Non permetterò a nessuno
 di mettermi in gabbia".


"Non voglio metterti in gabbia,
 io voglio amarti".

 

" E' la stessa cosa".



              
 

 

 

 


Sognare 

Fabia, sono Catullo.
Ti ricordi quando volevo baciarti
e non l'ho fatto?
Quando volevo toccarti
e non ho potuto?
Quando volevo portarti via
e me l'hanno impedito?
Ora ti sogno tutte le notti
e nessuno può farci nulla.

Da: Poesie d'amore
Enrico Galavotti

                                              
_______________________________________




Upgrade your email with 1000's of cool animations

Hanno alzato lo sguardo
a questo firmamento:


    


Adriana Libretti
Aidi
Aislinn
Ale (a destra)
Aleiorio
Alice
Alternativo 2
Amore di grafica - Kekkina
Anabasi
Animainviaggio
Annamarea - Anna Maria
Annie 80
Anelli di fumo - Sciltian
Ape_blog
Arciprete
Arraffagatto (Arfasatto-Serapione) - Elena
Attimo fuggente
Aurora 86
Barbarab
Baskerville *
Batlogreturns - Kia
Beppone
La casa di Beppone
Blue River - Mass(im)o
Bread & Roses - Simona
Broken clock
Calimero (Nuvolee)
Calma apparente - XaoS
Calzetta
Camera con vista - Claudia
Caravanserral (ex Il cavaliere
errante) - Nicola
Carezza invisibile - Irene
- ex BBMount
Carlo Rubboca *
Cat
Chiamami aquila
Coda di lupo - Gian Pietro
Concy 31
Cristiana G.
Darkismy
Devarim
Dimensione (distrattamente) Morgana - La bottega di spezie - Laura
Eleonora blog
Esperimento
Estrella Vanilla
Esseno - Giuseppe
Eta-beta - Gabriella
Ex Rastagirl- Dina *
Exit - Enrico
Exodus Raian - Mauro Dino *  (doppio link)
Fiore di campo - Gianna
Fort
Forum valdese
Fotogramma
Francesca01
Galarico
Garbage
Gatta randagia
Ghezzi Christian
Glitter my passion
Grillo (parlante)
Hellsnymph
Heartprocession
HeavenonEarth - Marco
Herzog_1
Il blog di Barbara
Il cavaliere errante - Nicola
Ile89 - Ilenia
Il gatto silver
Il laicista
Il laicista 2
Il pane e le rose - Aradia - Simona
ImPrecario
Io e lui - Susy
Ivan Jaacov Steinberger   *
Kurtz
La chiesa delle storie - Roberto
La donna che visse più volte
La mia nuova casa
Lapidaria
La rosa in più - Salvatore
La scrittura creativa - Francesca
Le silence de la musique
Liberi di essere
Lupo abruzzese - Giovanni
Maralai - Mario
Marcello *?
Mia Essenza
Mietta - Maria Antonietta
Mokella
Mostro Joe
My sweet gloom
Non lo dico
Note bianche
Ombra
Paolo
Paparazza
Passerotta
Pdecaspita - Pietro *
Peana
Penelope 1951 - Elena
Per sbaglio - Adriana
Petali di antehemis
Piccoli soli arancioni - Lia
Pink and dark elf
Punk princess
Pyperita
Raffaella Del Greco
Rosa bianca
Rumore di niente
Sabrina di Napoli
Sbriciolina
Senzanomealcuno
Senzapaura - Dyo(tana) - Nicoletta
Sinistra maldestra - Damiano
Skan's exexperiences
Specchio
Stefania 75
Testa bislacca - ex Senzapaura
Triton
Una perfetta stronza
Valigetta
Vedere oltre
Veglie
Vent mauvais
Vetro
Viler - Vito
Violetta Color - Futura3000
W la matematica - Sebastiano
Zemzem
Zlatan - Pino Giuseppe *
1dobby8 - Monica
2 stella a destra







Ivan Jacoov Steinberger

 



        

         Odùsseia 360°   e

Yahoo Answers Odùsseia




                           -  HOMOLAICUS
                           - Amici di Misurina

                           *Luce del mattino
                           *La rosa sul fiume


                          


 

_______________________________________

 


        


   Mi dà sempre un brivido
   quando osservo un gatto
 che sta osservando qualcosa
  che io non riesco a vedere.

       Eleanor Farjeon   




 

- Gatto amico
- Amore di gatto
- Gattomania (fusa)
- Gatti e Arte
- Gatti and gatti
- Gatti e non solo
- Gattivity
- Micimiao
- Miciolandia
- IDAG gatti
- 44 gatti
- Vita Gatta

 






 

  _______________________________________


 ________________________

 




        

 

     MARINA GARAVENTA

                 

    http://laprincipessasulpisello.splinder.com/

 

             

 

   

 

              

             Il disagio mentale

 

 



 immagine

         

 

___________________________

Le immagini inserite in questo blog
sono in gran parte tratte da Internet;
se la loro pubblicazione violasse
eventuali diritti d'autore, vogliate
comunicarlo a gattanera58@yahoo.it

___________________________

 

 

 

 

CERCA