Blog: http://E-le-stelle-stanno-a-guardare.ilcannocchiale.it

Scorci di Parma.

Inauguro oggi la periodica pubblicazione di fotografie della mia città.

Non le ho scattate personalmente, ma prossimamente potrei anche trovarmi tra le mani una macchina fotografica digitale e allora chissà…

In realtà io abito in provincia, a una trentina di chilometri, ma fin dai tempi della quarta ginnasio, Parma è diventata il luogo dove trascorro la maggior parte del tempo.
Mi piace. A volte mi è capitato di andare in centro per compere e di fingere di essere una qualsiasi turista, con il naso in su a guardare con altro occhio i monumenti e le vie così note. E’ un’esperienza curiosa, interessante, che mi sento di consigliare.

 


Questi sono due dei simboli della città: l’opera lirica e le biciclette.

I loggionisti del Teatro Regio decretarono il successo o la débâcle delle prime di parecchie opere.

Giuseppe Verdi e Arturo Toscanini, le due stelle della musica a Parma.

Le biciclette, come in altre città dell’Emilia, sono ancora molto diffuse per gli spostamenti cittadini. A volte qualcuno ce lo fa notare, ma per noi è un’immagine quotidiana veder passare signore eleganti o ragazzi in jeans o operai o studentesse... La bicicletta non fa distinzione di classe, almeno quella.

                                                                                       

Pubblicato il 28/12/2007 alle 7.28 nella rubrica Parma.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web